TrackBot è ora disponibile in 5 lingue!

Ciao! Ci sono voluti cinque anni, 4 milioni di spedizioni e 300mila utenti, ma ora il robottino è pronto per il grande passo.

Da pochi giorni TrackBot è disponibile in cinque lingue: italiano, inglese, tedesco, russo e portoghese brasiliano.

Ci è voluto così tanto perché rendere TrackBot internazionale è un po’ più complicato di quello che potrebbe sembrare a prima vista: oltre a tradurre i testi che vedete nel bot, abbiamo dovuto adattare il tracking di decine di corrieri in modo che fornisca aggiornamenti nella propria lingua (quando disponibili).

Abbiamo poi realizzato il nuovo sito web trackbot.eu, totalmente rinnovato, più facile da consultare, e disponibile sia in italiano che in inglese. Abbiamo anche lanciato il canale Telegram per gli aggiornamenti in inglese, così come i nuovi account Twitter, Instagram, e il blog.

Cattura schermo del sito web di TrackBot

D’ora in poi, il bot sceglierà la lingua automaticamente in base alle impostazioni del tuo dispositivo: ad esempio, se hai il telefono in italiano TrackBot risponderà in italiano, e così via per le altre lingue supportate. Se la lingua del tuo dispositivo non è supportata, verrà scelto l’inglese.

In qualsiasi momento è possibile impostare manualmente la lingua di TrackBot utilizzando il comando /language.

Per il resto, per voi utenti italiani non cambierà molto: TrackBot continuerà ad essere un servizio gratuito e continueremo a supportare tutti i principali corrieri italiani, come abbiamo sempre fatto.

Fateci sapere cosa ne pensate tramite Twitter o Instagram. A presto!

Nuovi corrieri su TrackBot: Royal Mail, Hermes UK, Hermes World e Yodel

Da oggi su TrackBot è possibile tracciare 4 nuovi corrieri internazionali, per un totale di 53 corrieri. Si tratta in particolare di:

  • Royal Mail, il servizio postale del Regno Unito. Qualcuno ricorderà che il corriere era presente su TrackBot qualche tempo fa, ma era poi stato rimosso per motivi tecnici. Ora è tornato, a grande richiesta 🙂
  • Hermes UK, corriere del Regno Unito
  • Hermes World, per tracciare alcune spedizioni internazionali di Hermes
  • Yodel, un corriere del Regno Unito

Il tracking di questi 4 corrieri è al momento disponibile solo in lingua inglese.

Un’altra piccola modifica: il corriere italiano Hermes ha cambiato nome, ora si chiama HR Parcel.

TrackBot compie 5 anni! 🎂

Sono passati esattamente 5 anni da quel martedì 14 luglio, quando pubblicammo TrackBot, il bot completamente gratuito e senza limiti per tracciare le spedizioni su Telegram.

Non avevamo grandi pretese, e lo dimostra il fatto che iniziammo a festeggiare su Twitter i primi 50 utenti, il giorno dopo i 100 utenti, poche ore dopo i 250, i 500 e i 1000. Poi smettemmo di contarli.

Ad oggi gli utenti totali che hanno utlizzato il bot sono quasi 300mila, per un totale di 3 milioni e mezzo di spedizioni tracciate. I nostri sistemi macinano le spedizioni continuamente 24 ore su 24 ore, inviando decine di migliaia di notifiche ogni giorno e più di 15 milioni di richieste di aggiornamento ogni settimana ai 49 corrieri nazionali e internazionali supportati. Il nostro obiettivo è garantire sempre notifiche tempestive, con un ritardo massimo di pochi minuti.

In questi 5 anni abbiamo introdotto diverse nuove funzionalità al bot, tra cui ad esempio la possibilità di condividere le spedizioni con amici, familiari e coinquilini, ma una di cui siamo particolarmente fieri è il riconoscimento automatico del corriere: grazie al machine learning TrackBot è infatti in grado di riconoscere correttamente il corriere della spedizione nel 97% dei casi, in modo completamente automatico.

Vi ringraziamo tutti per la fiducia che ci avete dato 🤗.

Noi torniamo a prepararci per il lancio della versione internazionale di TrackBot (in inglese e altre lingue), prevista per settembre 2020.

Continuate a seguirci su Twitter, Telegram e Instagram, a presto!
Matteo, Francesco e Dario

TrackBot non va mai in vacanza ⛱

Mentre noi umani moriamo dal caldo, TrackBot continua a macinare. Per il Prime Day di Amazon ha inviato più di ventimila notifiche in un solo giorno, superando agevolmente il Prime Day 2018 (ma non il Black Friday).

Passando alle novità, abbiamo aggiunto nuovi corrieri! In particolare si tratta di Yun Express, che era stato rimosso per motivi tecnici qualche mese fa, SunYou, nuovo ingresso, e AliExpress Shipping, già tracciabile con Cainiao ma ora presente nella lista in tutto il suo splendore. TrackBot ora supporta 48 corrieri tra nazionali e internazionali.

Loghi AliExpress e SunYou affiancati

Confermiamo che persistono problemi con il tracking GLS, che è ora limitato alle spedizioni nazionali. Inoltre le notifiche per il corriere potrebbero arrivare in ritardo, talvolta anche di qualche ora. Stiamo provando a collaborare con GLS per risolvere il problema, ma per ora la situazione ricorda la cantatrice calva.

Sulla base del vostro feedback, da qualche settimana abbiamo introdotto un’importante modifica al sistema delle notifiche. TrackBot fa del suo meglio per evitare le notifiche duplicate, ma si assicura allo stesso tempo che non vengano perse notifiche importanti come il secondo tentativo di consegna di una spedizione.

TrackBot esiste gratis e illimitato anche grazie al vostro sostegno economico. Se ne hai la possibilità, valuta una piccola donazione alla prossima consegna 🙂

A presto!